Il giardino è una pertinenza di un palazzetto storico del paesino di Amandola nell'entroterra marchigiano, chiuso su tre lati e con affaccio sulla vallata del fiume Tenna.

La situazione riparata, nonostante gli inverni nevosi, ha reso possibile la realizzazione di un giardino sul terrapieno presente che da accesso all'edificio.

A questo scopo sono stati utilizzati materiali tipici locali come il mattone a vista e pietra.

Il disegno della pavimentazione nasce dallo studio attento delle preesistenze. Si è preso come motivo di riferimento un arco, che contorna la porta d'accesso e due finestre, che è stato proiettato a terra come un riflesso sull'acqua. Da qui ha origine una serie di cerchi concentrici come un sasso nello stagno. Le curve della pavimentazione sono state raccordate alle linee perimetrali mediante la realizzazione di aiuole dal bordo in mattoni leggermente rialzato.

Le essenze vegetali sono state scelte in considerazione delle condizioni climatiche difficili e l'uso stagionale dell'abitazione con la conseguente difficoltà di manutenzione. Si è optato quindi per piccoli alberi e arbusti.

Gli arredi si coniugano ai lampioni in ghisa e alla ringhiera in ferro battuto. Sono stati posti elementi scultorei in pietra chiara per interrompere la simmetria monocromatica del disegno.

Scheda Tecnica

Tipologia Progetto Esterno Villa
Luogo Amandola (FM)
Committente Privato
Anno 1994
Dati dimensionali 100 mq

Via Raffaele De Cosa, 61, Ostia Lido Roma
TEL. 06-5662844 - 06-96046799

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza dell'utente e la qualità del sito. Per maggiori informazioni sui cookies e per modificare le tue preferenze clicca su leggi